Due parole sulla Locanda


 Due gradite parole scritte da Ciro de Cecco per Repubblica...



TRADIZIONE TOSCANA CON QUALCOSA IN PIU'

Lui la definisce “una cucina degli affetti e non di effetti”. Lui è Stefano Frassineti, cuoco appassionato fortemente legato alle tradizioni della nostra regione. Non a caso il suo risorante nel vecchio borgo di Pontassieve si chiama “Toscani da sempre”. Un progetto, dice ancora Stefano, “che diventa realtà con il lavoro di tutti i giorni, sempre alla ricerca di tutto quello che al nostro cliente piace, cucinando il meglio della nostra terra”. Qui dentro ci si sente a casa. L’ambiente è colorato e molto minimal, piacevole e attento il servizio, la cucina essenziale e gustosa. C’è la Toscana con un pizzico di immaginazione. C’è la logica del km 0 ma senza eccessi, c’è la ricerca continua e ostinata della qualità. “Dobbiamo cucinare prima con la testa e poi con le mani, possibilmente sempre e comunque con il cuore”. Buoni i tortelli di patate con cipolline e pecorino e i bocconcini di coniglio di Rosano con carciofi, saporito il gratinato di baccalà con salsa di capperi. Lasciatevi uno spazietto per i dolci perché ne vale la pena. La cantina è basata essenzialmente sulla produzione del territorio, con un occhio anche al resto del panorama italiano. Quasi tutti i vini sono proposti anche al bicchiere. Annessa al ristorante c’è anche una locanda con sei camere.

Un ringraziamento a Ciro de Cecco e Rupubblica.

Fonte

 

 

 

 

 

 



Articolo tratto da: Toscani da sempre - http://www.toscanidasempre.it/
URL di riferimento: http://www.toscanidasempre.it/index.php?mod=read&id=1290726076